Manifesto degli studi e regolamento

Presso il Dipartimento di Bioscienze (dal 1 gennaio 2017 Dipartimento di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale) operano gruppi di ricerca attivi nella formazione e nella ricerca in diverse aree avanzate della Biotecnologie. In particolare, per quanto riguarda la genomica e le sue molteplici applicazioni, l’ingegneria genetica e proteica, le tecnologie di progettazione e produzione di proteine ricombinanti per scopi diagnostici e terapeutici, l’impiego del lievito Saccharomyces cerevisiae e di altri microrganismi per scopi applicativi, la chimica bio-farmaceutica e bio-industriale, le nanobiotecnologie e le biotecnologie ambientali.
 
Il corso di Laurea si propone pertanto di fornire gli strumenti teorici e pratici che consentiranno al Dottore Magistrale in Biotecnologie Genomiche, Molecolari e Industriali di operare in modo competente e altamente trasversale nei suddetti ambiti. Le conoscenze che vengono fornite riguardano infatti le più moderne applicazioni della genomica e della bioinformatica, con particolare riferimento alla genomica dei batteri probiotici (“probiogenomica”) e alla chemogenomica, in ambiti quali la diagnostica molecolare (anche in campo agro-alimentare), la produzione di probiotici, biofarmaci e vaccini e la loro validazione sperimentale, la tossicogenomica e la delucidazione delle basi genetico-molecolari di patologie umane in organismi modello.
 
Parallelamente alla didattica frontale, sono previste specifiche attività di laboratorio nell’ambito della statistica e della bioinformatica, della genomica (con esperienze pratiche di sequenziamento “next-generation”), della genetica del lievito e della microbiologia molecolare, oltre a seminari specialistici da parte di studiosi italiani e stranieri e di ricercatori di aziende biotecnologiche e farmaceutiche. L’insieme di queste attività  è volto a stimolare/focalizzare l’interesse degli studenti per specifici ambiti delle Biotecnologie, consentendo loro di acquisire le capacità progettuali e le competenze teorico-pratiche necessarie per la preparazione della tesi di laurea. Grazie ai rapporti consolidati con diversi enti di ricerca non accademici, nazionali e internazionali, con aziende biotecnologiche e con Università straniere (v. “Brochure 2016”) , agli studenti viene offerta la possibilità di svolgere l’attività sperimentale necessaria per preparazione del loro elaborato di tesi presso i laboratori di tali centri.
 
L’aggettivo “industriali” è da intendersi come un descrittore generale dei molteplici campi di impiego dei laureati magistrali della classe LM-8, un corso di studio TRASVERSALE che fornisce competenze diversificate, ma tra loro complementari, applicabili in vari ambiti di lavoro. L’obiettivo principale è la formazione di laureati con competenze multidisciplinari in diversi settori delle BIOTECNOLOGIE. In particolare, nel campo delle nuove tecnologie bio-molecolari e genomiche e dell’impiego di organismi microbici, procariotici ed eucariotici, come bioreattori, probiotici e modelli di pato-logie umane,
 
 
 
 
Pagina generale del corso sul sito d'ateneo - con indicazione dei piani di studio vigenti A.A. 2016-2017.
 
Scegli la tua coorte (in base all’a.a. in cui ti sei iscritto):